References

Customer&Friends

Dario Braga

Prorettore alla Ricerca Università degli Studi di Bologna

 

Ne ho già viste parecchie di iniziative imprenditoriali in questi anni. Il mio ruolo di prorettore alla ricerca e al trasferimento tecnologico per la più antica università del mondo mi ha portato a contatto di tante iniziative di impresa: Anzi mi ha chiesto di essere proattivo nella promozione della autoimprenditorialità dei giovani. Più volte mi sono trovato a dire, parlando a gruppi di giovani, "non chiedete a qualcuno di darvi il futuro, costruitelo da voi". Semmai, a noi, istituzione universitaria, resta il compito - non piccolo - di mettervi nelle condizioni migliori per mettere a frutto quello che avete imparato.  In fondo questa è anche la mia esperienza personale. Fa dieci anni nel 2015 che il mio spinoff ha mosso i primi passi e ora è una azienda che fa R&D e dà lavoro a nostri laureati.

Perché parto da così lontano? perchè questo è esattamente quello che vedo in ASPPInext: una risposta. La risposta di un gruppo di giovani che ha trovato un contesto "welcoming" - incoraggiante e sufficientemente visionario (ASPPI appunto) per lanciarsi in un campo dove la competizione è fortissima. I settori della comunicazione e del web-marketing sono affollati: in tanti ci provano ma in pochi sviluppano originalità e autonomia e si conquistano spazi ampi e li presidiano bene. ASPPInext si muove bene. Comunicazione e web marketing non sono il mio campo ma vedo un mix originale di componente estetica (video, foto, testi, impostazione grafica ecc.) e di tecnologia, in cui la seconda è piegata alla prima: una tecnologia avanzata per affrontare contenuti complessi ed esteticamente molto evoluti. Forse questo è anche il frutto della scelta (o forse il contrario: si riflette nella scelta) di aver imboccato la strada internazionale dal primo momento con le due sedi a Bologna e Utrecht. Oggi la distanza fisica non è più un problema e di questo e superare le barriere geografiche è "conditio sine qua non". L'internazionalizzazione è in primo luogo contaminazione e apertura del campo visivo ad altre esperienze e altre esigenze. Quindi un passo importante, ancora una volta segno di visione e di intraprendenza ... requisiti indispensabili per fare impresa. Penso che questa internazionalizzazione sia il vero vantaggio competitivo di questa startup: quei giovani che lavorano a Utercht e a Bologna imparano non solo a usare strumenti nuovi ma a guardare alle cose di casa nsotra in maniera nuova.

ASPPInext ha sviluppato il sito con il quale sto affrontando la campagna elettorale per la elezione a Rettore di UniBo. Avevo bisogno di uno strumento che fosse al tempo stesso "vetrina" del mio progetto ma anche mezzo per la sua costruzione. Uno strumento dinamico non statico. Il mio sito, realizzato da ASPPInext è un libro che sto scrivendo insieme ai tanti giovani appassionati al mio messaggio di "serena innovazione". Volevo un sito che dimostrasse che l'università è bella perché è diversa, diversa nei luoghi, nelle persone, nei problemi e negli obiettivi e che questa differenza invece di esserne debolezza è la forza straordinaria. Avevo bisogno di trasmettere questo messaggio " sappiamo dove andare e sappiamo anche come" e ascoltando ASPPInext e interagendo con loro abbiamo trovato, credo, lo strumento adatto.

Andrea Gabbriellini

viene considerato da vari critici uno fra più significativi nel panorama dell'arte contemporanea

 

Ho avuto occasione di seguire e conoscere Asppinext, una Startup innovativa di alto profilo che, grazie alla felice unione di talentuosi digitali di lungo corso e solerti giovani che lavorano e studiano nelle scuole della comunicazione più importanti del mondo, si distingue per originalità da molte altre Startup di mia conoscenza. Ha subito dimostrato l’audacia con cui sposta la sua visione in spazi senza limiti o barriere per accrescere quel ritmo creativo -  incontrattabilmente fondamentale oggi nell’imprenditoria - che si alimenta con l’incremento dei rapporti e delle nuove esperienze acquisibili spesso oltre confine.

    Inoltre ho avuto il piacere di conoscere personalmente alcuni protagonisti e fondatori: tra questi mi piace ricordare Massimo Piani (tra l’altro apprezzabile sax e compositore) considerato un’eccellenza nell’ambito dei sistemi informatici:  maestro nelle procedure automatizzabili, significativi alcuni suoi video per grafica, progetto e contenuto comunicativo…

    Siamo di fronte ad una compagine dinamica di respiro internazionale, fonte inesauribile di idee, e l’idea, nella sfera operativa di una startup, è scintilla essenziale e supporto per la fabbricazione del modello che si dispone alla creazione di nuovi strumenti utili pure come correttivi di progetti ultimati da modificare e innovare.

    Asppinex ci consegna il successo grazie alle eccellenti qualità che le sono proprie, tra queste spiccano: l’innovazione in ambito informatica, l’autonoma capacità scientifica, l’efficace originalità nel web-marketing, la grafica esteticamente avanzata, le attente analisi di mercato, i progetti e lo sviluppo di strategie innovative anticipatorie di occorrenze future… e particolarmente la capacità della costruzione del modello appropriato, quello fruibile da chi ne ha la specifica necessità, quello di business. Tutte prerogative che  agevolano la conquista degli obiettivi a cui  la compagine aggiunge, tempo per tempo, una molteplicità di arricchimenti, formativi e tecnici, sincronici alle modificazioni delle tendenze e delle esigenze. Modificazioni oggi così veloci in  conseguenza di una contemporaneità in continua e rapida mutazione che per essere interpretata e fronteggiata impone accelerazioni di creatività e d’innovazione che Asppinext è all’altezza di esprimere

Riccardo Bruscagli

Professore Emerito di Letteratura Italiana Università di Firenze

 

Posso dire di aver visto nascere la Startup ASPPInext, dall’immaginazione irresistibile di Massimo Piani, dall’apertura mentale  culturale di ASPPI, dalla naturalezza con cui un gruppo di giovani – i famosi ‘nativi digitali’ – si muovevano in un ambiente non cartaceo, ma non meno complesso, non meno stimolante rispetto a quello dei libri. Per me, anagraficamente tutt’altro che ‘nativo digitale’, è stato come vedere nascere qualcosa di veramente nuovo, di veramente imprevisto: davvero un pezzo di futuro. Adesso che la Startup è impiantata, a Bologna e ad Utrecht, cosa continuo a vedere? Tante cose: prima di tutto, il radicarsi di una cittadinanza europea, una sorta di transitività civile dei giovani di cui il gruppo di ASPPInext è espressione irreversibile. La politica farà il suo corso, come no, ma indietro non si torna: le barriere sono cadute, l’inglese è il nuovo latino, i cittadini ‘europei’ sono fra noi. Poi vedo la versatilità, e quindi la caduta di altre barriere: chi ha detto che non ci si possa occupare insieme della ‘Divina Commedia’ e dei club dedicati al benessere del fisico e alla terapia del corpo? dei problemi giuridico-amministrativi dei condomini e del restauro di opere d’arte, o della conservazione del nostro patrimonio librario? Così, senza volerlo, queste startup stanno costruendo un nuovo umanesimo, dove perfino la ‘interdisciplinarietà’ che ci è stata così cara negli ultimi anni rischia di suonare invecchiata e obsoleta. Perché, in rete, non si tratta più di semplicemente contaminare antiche discipline

Maria Letizia Sebastiani

Dirigente della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

Silvia Alessandri

Vicedirettore della Biblioteca Nazionale Centrale d Firenze

 

Quando abbiamo incontrato per la prima volta Massimo Piani, per tramite del professor Riccardo Bruscagli da sempre amico e utente della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, ci siamo subito rese conto che il suo entusiasmo e la sua competenza digitale, uniti alla sua generosa disponibilità, potevano essere per noi risorse preziose.

E’ nato così un piccolo video promozionale per la mostra La via al Principe: Machiavelli da Firenze a San Casciano, in cui i preziosi autografi di Machiavelli venivano sfogliati e illustrati dal professor Riccardo Bruscagli e dalle colleghe della Sala Manoscritti e Rari, che ha contribuito al successo della mostra stessa e che l’ha accompagnata anche nella sua trasferta a Seul.

Da questa prima prova è naturalmente derivata la video clip di presentazione della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze che, appena postata sulla nostra pagina Facebook ha contato migliaia di accessi: immagini di ieri e di oggi che si rincorrono, accompagnati dal clarinetto e dal sax di Massimo Piani…

Siamo ben consapevoli di quanto sia importante, nell’attuale società dell’informazione in rete, l’utilizzo delle nuove tecnologie per la valorizzazione del patrimonio ma anche e soprattutto per lo sviluppo della conoscenza fra i giovani e il pubblico di base e certo una startup come ASPPInext, con l’entusiasmo e le competenze del gruppo di giovani nativi digitali che la compongono, potrà continuare ad essere per noi un prezioso interlocutore

Simone Gheduzzi

Architetto / Professore di Teoria della Ricerca Architettonica Contemporanea Università di Ferrara

Ormai da un anno stiamo lavorando in modalità continua con i talentuosi nativi digitali di ASPPInext relativamente a progetti di innovazione sociale che necessitano di supporti multimediali per essere vincenti. Grazie alle nostra fruttuosa collaborazione è stato possibile portare a termine una operazione di crowd funding necessaria a dare nuova linfa e maggiore concretezza ad un progetto ambizioso come Sicuramente_Bologna che si pone l'obiettivo di abbattere le barriere culturali tra etnie differenti che convivono nella medesima città metropolitana; per merito del loro lavoro, coordinato da due saggi illuminati - Amedeo Pangrazi e Massimo Piani -, oggi è possibile realizzare la seconda fase bottom up del processo. Sono enormemente orgoglioso che in Italia esistano realtà lavorative che abbiamo superato il concetto di dipendenza a favore di una micro-imprenditoria diffusa più simile al modello anglosassone; torno infatti a Bologna dopo una recente esperienza di vita in terra londinese dove ho avuto l'opportunità di confrontarmi con diverse professionalità che lavorano in hub, co-working o acceleratori di idee che mettono a sistema energie intellettuali, tecnologie innovative ed economie collettive che producono un lavoro multidisciplinare in grado di raggiungere obiettivi in modo veloce e profondo; penso che ASPPInext abbia queste caratteristiche internazionali oggi potenziando la sede a Utrech.

Francesco Muzzarelli

(Formatore Professore a contratto presso Alma Mater Studiorum - Università di Bologna)

Ho appreso di ASPPINext dalla viva voce di una delle sue anime principali: Massimo Piani.

Da qualche tempo ci eravamo persi di vista dopo un’intensa frequentazione professionale durata anni.

Abbiamo sviluppato insieme numerosi supporti multimediali dedicati alla formazione, alcuni dei quali hanno avuto l’onore di diventare best seller su iTunes.

Abbiamo anche più volte portato in scena contenuti formativi attraverso lezioni spettacolo.

I nostri incontri sono sempre stati fruttuosi e divertenti al tempo stesso.

Rapidità, “idee al volo” e una grande flessibilità operativa ecco le cifre dei nostri lavori passati.

Per questi motivi, con grande curiosità e piacere, ho guardato da vicino la start up ASPPINext non appena Massimo me ne ha parlato: ho scoperto un intelligente mix di radicamento territoriale e respiro internazionale applicato alle nuove tecnologie della comunicazione, un progetto dinamico di interessantissime prospettive, un’opportunità per giovani talenti, un creatore di valore concreto per i clienti.

Sono felice che in Italia, nonostante le difficoltà dei mercati, nascano iniziative del genere: ne abbiamo un enorme bisogno.

Forti delle nostre passate esperienze, io, Massimo e ASPPINext uniremo nuovamente le forze per generare occasioni di apprendimento al servizio di professionisti e imprese.

Roberto Tiby

(Formatore, Consulente e Docente Universitario)

I new media sono già da qualche tempo il principale strumento di comunicazione aziendale. Chi ha un’attività imprenditoriale e non se n’è accorto è a serio rischio. Il costo contatto attraverso i “nuovi canali di comunicazione” è, in alcuni settori, decine di volte più basso rispetto ai canali tradizionali. Chi vuole comunicare qualcosa di sé e della sua azienda oramai non può più prescindere da iniziative sui social e dallo sfruttamento delle potenzialità del video…

ASPPINext è una realtà che cavalca questa esigenza, la supporta e la sviluppa per le iniziative più diverse. Un gruppo di persone giovani e dinamiche al servizio della comunicazione delle piccole e medie imprese, un’azienda all’avanguardia che permette alle aziende di farsi conoscere in modo attuale e professionale a spendendo il giusto.

Innovative Solutions Specialising in StartUps

Bologna |  Torino |  Utrecht  |  Amsterdam |  Berlino

Webinar Team Nederland 400 Mbps Upload & Download

HOME  |  WEBINAR 3D ARTIST  |   DESIGNER  |  GRAPHIC  |  EDITOR

VIDEOMAKING |  PORTFOLIO |  ABOUT US  | REFERENCES  |  CONTACT

Don't worry about what anybody else is going to do.

The best way to predict the future is to invent it.

Alan Kay